mercoledì 23 gennaio 2008

Arrivederci, Arrigo Boldrini

« Noi abbiamo combattuto per quelli che c’erano, per quelli che non c’erano e anche per chi era contro... »
(Arrigo Boldrini)

Ci ha lasciati, all'età di 92 anni, Arrigo Boldrini. Una vita al servizio della società e dell'Italia. Come partigiano, nella liberazione di Ravenna, nelle azioni e nella "pianurizzazione" dell'opera di Resistenza. Come Deputato e Padre Costituente, lungo tantissimi anni, la lunga e tenace lotta per i diritti e la democrazia. Come scrive oggi Bocca, "piangiamo la sua morte, lui che apparteneva a quei comunisti partigiani che, insieme al culto per il partito, conservavano e difendevano quello per la libertà". Come segretario nazionale e, fino a ieri, Presidente onorario dell'ANPI. Come politico, ha vissuto il difficile passaggio dal PCI al PDS e, infine, ha aderito al Partito Democratico. Questa figura non mancherà solo al Partito Democratico o a chi altro si riconosce nell'eredità che Boldrini lascia, mancherà all'Italia.
Un saluto.

1 commento:

Tramonto ha detto...

Un pezzo della nostra storia se n'è andato. Con lui si spegne una delle più grandi luci d'Italia.
Grazie Arrigo.
Arrivederci.