mercoledì 30 gennaio 2008

E l'ultimo video.... Quando non c'era più Silvio...

L'antiberlusconismo è una condanna a morte, però ora che siamo ancora (abbastanza) lontani dalle elezioni... Si può fare un pochino...

3 commenti:

cosimo ha detto...

l'antiberlusconismo non è una condanna a morte.
è una necessità.
Qua pare che se un dittatore non si mette il cappello con l'aquila, non porta i carriarmati in piazza e fino a quando non vediamo il passo dell'oca, non si prende sul serio nessuno.

Niccolò ha detto...

Si, però hai visto anche te che quando siamo andati alle elezioni scendendo sul piano di Berlusconi (2001-Rutelli) e quando lo abbiamo trattato come un idiota-imprenditore-tirascemi-(e abbiamo parlato a diritto di lui, contrapponendo la "gioiosa macchina da guerra"), lui s'è rifatto! Invece, quando abbiamo parlato dei Nostri programmi, di quello che Noi vogliamo fare (Noi centrosinistra, s'intende), allora la gente un pochina di fiducia in più ce l'ha data... Insomma, a dire "votateci sennò c'è Berlusconi" si guadagna meno di dire "votateci perché siamo Noi", al di là della controparte...

cosimo ha detto...

mah..
il centrosinistra ha avuto i suoi momenti di gloria per le supplettive e le regionali alla fine del quiquennio di silvio.
e là si è vinto non tanto per la qualità dei programmi o dei candidati (ha vinto pure Burlando figurati) ma soprattutto perchè Berlusconi aveva rotto le palle e noi si diceva.

Poi alla fine in campagna elettorale possiamo dire quello che vogliamo. L'unica cosa è essere chiari: la legge sul conflitto di interessi si fa o non si fa?

e la prossima volta deve essere la prima cosa da fare. è una priorità democratica.