martedì 19 febbraio 2008

Giornate "Democratiche" e lunghi viaggi mentali

La Politica spesso manca di Fantasia. "Fantasia" non è forse l'aggettivo giusto perché ad alcuni può riecheggiare quella "fantasia al potere" (che poi al potere ci sono andati solo alcuni "fantasisti" molto cinici) sessantottina e ad altri il dotto Topolino di tanti anni fa. Diciamo che la Politica diviene troppo spesso meccanica e auto-riproduttiva. Invece, ogni tanto ha bisogno di scosse di novità. Le ultime giornate, che ho vissuto molto "democraticamente" stando trentadue ore delle ultime settantadue che ho vissuto ai seggi del PD di Siena, mi hanno comunicato sentimenti contrastanti. Da una parte la grande esperienza di questo neonato partito che già coinvolge centiania e centinaia di persone, dall'altra la mia personale stanchezza, la corsa continua... Ecco, mi ci vuole più fantasia. Potrei comprare una maglietta gialla fosforescente ed andare a dare indicazioni al traffico in un museo di trenini elettrici, oppure comprare dieci biglietti aerei per dieci destinazioni diverse che partono nella stessa ora e poi non andare da nessuna parte... Non so... Probabilmente ci vuole un tipo diverso di "fantasia"... Meno individualista... Più collettiva... Accolgo suggerimenti.

8 commenti:

Giovanni ha detto...

Finalmente ho imparato!!!

Anonimo ha detto...

Vai a letto 14-16 ore..

Tramonto ha detto...

Caro anonimo,
sbaglio o sul post "Discorso all'Italia di Walter Veltroni" qualcuno ti ha invitato a puntualizzare???
Che fai glissi???
EH! EH! EH!

Anonimo ha detto...

X Niccolò:
se ti fa piacere, continua a impegnarti, e vedrai che quando meno te l'aspetti la "fantasia", riesplodendo, ti darà conferma di aver scelto una buona strada: quella dell'impegno, appunto!
X tramonto:
Confessa: non riesci proprio a non punzecchiare il prossimo, eh?!? :-)
XXX

Tramonto ha detto...

Abbestisafadionto!!! :-))

Tramonto ha detto...

ERRATA CORRIGE:

Abbestiafadionto!!! :-))

Anonimo ha detto...

Se l'ITALIA nuova è quella delle primarie locali del PD, fatte in quel modo...si sta freschi, mi sa che rimpiangeremo la vecchia.

Mha...

Niccolò ha detto...

D'accordo con te, caro anonimo, però non è giusto nemmeno generalizzare... E te lo dice uno che è stato molto deluso... Ma moltissimo... Credimi... Diciamo che il metodo in sé era molto aperto, anche se, come accade spesso, si cade nel dilemma: preferenza o non preferenza? la preferenza rischia di portare avanti capi-popolo o arraffa-voti (e ci sono molti mezzi per collezionare voti), la non-preferenza (liste bloccate ad esempio) rischia di lasciare la decisione sui candidati ad un gruppo ristretto... Cerchiamo di guardare le cose con, per quanto possibile, oggettività: tante cose nuove il PD le sta portando (Veltroni secondo in lista, le rinunce "eccellenti"-prodi,visco,violante...-,etc.), purtroppo a volte la "base" conferma quanto la crisi della politica non sia una questione di persone, ma sia ben più radicata nella società... ... ...